Larsen è responsabile del Centering on Children Inc. di Asheville, esperto TEACCH da alcuni consigli per questi giorni di emergenza

0 Comment
591 Views

Il video di seguito propone l’intervento di Ron Larsen psicologo esperto nel disturbo dello spettro autistico  e del metodo TEACCH e riconosciuto a livello internazionale, non solo per il trattamento degli autismi, ma per aver dato la possibilità reale e concreta ai ragazzi con bisogni speciali di un vero e proprio inserimento lavorativo.

Larsen è responsabile del Centering on Children Inc. di Asheville, North Carolina, (USA).

In questo video ci racconta la sua esperienza soprattutto per aiutare i ragazzi con disturbo dello spettro autistico a trascorrere questo tempo di emergenza, dovuto al Corona virus, a casa.

Per impegnare i ragazzi è bene avere a disposizione un tavolo di lavoro nel quale disporsi frontalmente rispetto al ragazzo/a. Questi dovrebbe avere poi a disposizione uno spazio per realizzare un’attività in modo sequenziale da sinistra a destra. Per assicurarsi l’attenzione dei ragazzi ed il loro impegno può essere utile promettere alla fine di un’attività proposta, una seconda attività preferita.

La predisposizione dello spazio di lavoro è davvero molto importante per aiutare i ragazzi a capire qual è l’ordine sequenziale nel quale viene richiesto loro di svolgere i compiti/attività.

Ron mostra anche una scheda che contiene il suggerimento di diverse attività che i ragazzi possono svolgere a casa (le attività sono state tradotte in italiano).

Le attività proposte variano in relazione all’età, alle capacità e alle preferenze del/della ragazzo/a.

Un aspetto fondamentale in tutte le attività è la definizione della durata e la strutturazione dello spazio di lavoro.

È bene che tutte le attività abbiano una durata definita e una collocazione funzionale. Viene consigliato di posizionare le attività da fare sulla sinistra e quelle completate a destra, mentre davanti a destra è bene porre una sorta di attività premio (es una shoesbox preferita, fare un disegno, una merenda, vedere la tv per 30 min, ecc)

Ron da anche alcuni suggerimenti per non abusare degli strumenti elettronici/informatici di intrattenimento (tv, tablet, pc, video giochi, ecc).

Il tempo di permanenza dei ragazzi davanti al pc dovrebbe essere massimo di 30 minuti.

Un buon espediente potrebbe essere quello di fare loro usare le strumentazioni informatiche prima dei pasti per rendere meno traumatica la transizione ad una nuova attività, visto che mangiare è di solito un’attività gradita.

Per vedere il video cliccare qui.

Di seguito Le schede di attività che Larsen menziona nel video.

SESSIONE DI INSEGNAMENTO DOMESTICO STRUTTURATO traduzione

Logo Tutti giù per terra

Aggiornamento delle Linee Guida

Potete consultare l'aggiornamento delle Linee Guida: Il Trattamento dei disturbi...