IL Parent Training

La caratteristica principale del Parent Training è quella di coinvolgere i genitori nel loro ruolo di primaria importanza nello sviluppo dei figli, offrendo un aiuto specialistico che possa essere di supporto nello sviluppo di comportamenti positivi e modifica di quelli negativi, compresa una non corretta interazione genitore-figlio.

Studi scientifici recenti dimostrano che i programmi che i genitori seguono a casa producono cambiamenti significativi e duraturi nei disturbi dei bambini, in quanto costituiscono un complemento al percorso abilitativo come prosecuzione e rafforzamento dell’intervento terapeutico. I programmi di intervento mediati dai genitori sono raccomandati nei bambini e negli adolescenti con disturbi dello spettro autistico, poiché sono interventi che possono migliorare la comunicazione socia- le e i comportamenti problema, aiutare le famiglie a interagire con i loro figli, promuovere lo sviluppo e l’incremento della soddisfazione dei genitori, del loro empowerment e benessere emotivo.

Obiettivi del Parent Training

– migliorare la relazione e la comunicazione genitori-figli;

– Insegnare metodi educativi basati sull’osservazione sistematica del comportamento;

– Aumentare la conoscenza del genitore sullo sviluppo psicologico del figlio e sui principi che lo regolano;

– Rendere i genitori il più possibile efficaci nella gestione quotidiana del figlio.

– Fornire sostegno psicologico al sistema familiare, con l’intento di creare uno spazio di condivisione emotiva, dove è possibile esprimere esperienze, paure e speranze

– Insegnare metodi educativi basati sull’osservazione sistematica del comportamento.

– Aumentare la conoscenza del genitore sullo sviluppo psicologico del figlio e sui principi che lo regolano.

Metodologia

Le sessioni di Parent Traing possono essere di tre tipi :

  • genitoriale, dove la coppia padre/madre ottiene il sostegno e gli strumenti necessari direttamente dallo psicologo competente,
  • familiare, dove la coppia genitoriale con il bambino ed eventualmente i fratellini, viene osservata e guidata nelle interazioni dallo psicologo
  • di gruppo, durante le quali l’interazione avviene tra coppie genitoriali che affrontano problematiche analoghe, con la mediazione dello psicologo esperto;